Livia Cuman è nata a Marostica il 23 febbraio del 1957.

La sua maestra elementare le dà la possibilità di disegnare su grandi fogli, nei ricordi un capitello con la Madonna. Alle scuole Medie copia e disegna circuiti con macchine di Formula uno. Il suo insegnante insiste sulla forma ma lei preferisce già l’informale e all’esame il suo disegno è apprezzato.

Nonostante la scelta di una scuola tecnica disegna e dipinge su carta. Sono rimasti due disegni di quel periodo, pubblicati in appendice nel catalogo “colori e movimenti dell’interiorità”.

Si iscrive alla Facoltà di lettere e filosofia dell’Università di Padova, dove si laurea in filosofia.
Le filosofie, le lettere, le arti la appassionano e coinvolgono tutta la sua vita. Nel 2000, iniziando a disegnare per elaborare il lutto del figlio e della sorella, riscopre il suo talento ed inizia a dipingere.

Seguirà l’apertura dello studio-mostra a Marostica e della Scuola di Pittura Intuitiva.

Nella sua espressione pittorica delle ultime mostre avviene una notevole trasformazione. Se nei primi dipinti il colore era quasi velato ora diventa materia ed esprime le forze e le volontà della vita, che per lei uniscono sempre gli opposti.